Potrebbe capitare anche a noi…

Una brutta notizia, di quelle che ci lasciano senza fiato, slow traveller o cittadini che siamo, ci ha colpiti e sorpresi nella giornata di oggi. Un ciclista – un campione – è morto in un incidente stradale occorso con un furgone il cui guidatore, semplicemente e sbrigativamente, non si è accorto del sopraggiungere del ciclista.

Perché un ciclista, sia esso un campione o solo un amatore, non fa rumore.

Perché un ciclista, male che va, graffia la carrozzeria e quindi stia attento lui che rischia di farsi davvero male.

Perché i ciclisti devono stare sulle loro ciclabili e non rompere le scatole.

Perché … “perché io sono chiuso dentro la mia corazza di lamiera e devo andare a lavorare…

Leggi questa notizia e non puoi evitare di ricordare quando l’automobilista distratto ti ha aperto lo sportello in faccia, oppure quando un altro automobilista menefreghista ti ha tagliato la strada facendoti cadere, oppure quando il pullman a momenti ti schiaccia contro un muro. Non puoi fare a meno di pensare: ” potevo esserci io, sotto quel furgone“.

Qualcuno, commentando la notizia, si lamenta, da automobilista e da ciclista, del comportamento un po’ avventuristico di alcuni sulle biciclette, ma c’è un’assoluta sproporzione tra il comportamento di certi automobilisti e quello dei ciclisti. Forse, dovremmo, tutti noi, porre una maggiore attenzione alle categorie deboli della strada: i ciclisti ed i pedoni. Per evitare che una volta cessata l’emozione per la tragica morte di un campione tutto ricominci come al solito.

 

SlowTravel alla BIT 2017 … dalla BIT 2017

Avremmo potuto affittare uno stand per far conoscere SlowTravel a BIT 2017, aspettandone pazientemente… l’invasione.

Invece abbiamo pensato di proporci direttamente, perché la nostra associazione non si rivolge esclusivamente alla comunità dei consumer ma intende dialogare anche con la comunità dei professionisti del settore dei viaggi e del settore culturale – inteso nella sua accezione più ampia e ambiziosa.

SlowTravel nasce da una rinnovata visione del viaggio e della sua esperienza, svincolata da un’ormai non replicabile visione nostalgica.

Nonostante la disponibilità di informazioni e la connessione continua, il mondo ed il suo patrimonio restano confinati in uno spazio di conoscenza occasionale e perlopiù superficiale. Lo spirito che pervade gli SlowTraveller è allora proprio quello degli originari esploratori e delle grandi scoperte e si misura agevolmente con il cambiamento dei tempi.

La filosofia SlowTravel coinvolge l’intero viaggio e, confrontandosi proprio con la moderna Società, non intende prescindere da una necessaria intermodalità di spostamento ed esplorazione. La scoperta dell’Antartide o dell’isola di Hokkaido, ma anche del Veneto o dell’isola di Lipari, non può essere condotta esclusivamente in bicicletta, in treno o con i propri piedi e l’essenza più profonda di SlowTravel consiste proprio nell’individuare la soluzione più consona, in maniera non manichea e non conformista.

L’associazione sta evolvendo dal proprio stato embrionale con impegno, studio, lavoro, tempo e creatività, ma soprattutto, passione per il viaggio, la cultura e la conoscenza. Unisce ed accompagna, chi desidera farne parte, in un viaggio libero che coinvolge in un’esperienza mai esauriente, ma così emozionante da stimolare il desiderio di arricchire sempre più il bagaglio SlowTravel.

Oggi comincia la primavera!!!

Accade tutti gli anni ed è una grande notizia! Dal solstizio di inverno all’equinozio di primavera, sono passati circa tre mesi, in cui il freddo ed il buio l’hanno fatta da padroni. Da oggi, invece la luce ed il caldo (nell’emisfero boreale, almeno) prenderanno il sopravvento ed arriverà l’estate, la stagione delle vacanze e dei viaggi… Da tutte le parti del, gli slowtraveller partono per esplorare il mondo…

 

Benvenuti in slowtravel.it

Il nostro progetto sta lentamente prendendo corpo!

La sede c’è.

Le utenze sono collegate (e pagate!)

Lo staff, c’è.

La voglia di creare cose nuove, anche!

mano a mano, i nostri tre siti (slowtravel, slowtraveller e slowroutes) saranno ampliati, arricchiti di contenuti ed i nostri associati e frequentatori, amanti dello slow travel potranno accedere alle informazioni ed ai servizi disponibili.

Restate in contatto!

Gianluca.M